Biografia

 

Mi chiamo Gianpaolo Giacomini e…

…ho deciso di fondare LogoSolar nel 2008 come azienda parte di un grande progetto che coinvolgesse la salute, la prevenzione ed il benessere di tutte le forme viventi.

Mi ha mosso la passione per la Vita, le Piante, i Fiori, i Cristalli e il riconoscimento dell’innato potere di riequilibrio che questi hanno sulla persona. Lo studio e la pratica delle antiche arti di manipolazione derivate dalla tradizione alchemica che per anni ho conseguito, hanno trovato in questo progetto la loro piena realizzazione. Sono felice di avere la possibilità di creare e offrire dei rimedi che esaltano la natura spirituale dell’uomo portando luce, equilibrio e consapevolezza all’individuo.

La mia vita si svolge tra le coltivazioni di piante medicinali a forma di mandala, che curo personalmente, il laboratorio in cui prendono vita i nostri rimedi e il mio consultorio dove incontro  le persone. Il mio obiettivo è offrire alla persona una visione più umana basata sull’equilibrio, la salute ed il benessere.

Sono stato – e lo sono tutt’ora – il primo “paziente” di me stesso, cercando ogni giorno di migliorarmi e di esprimere sempre e al meglio la mia “verità personale”. Tutto ciò che dalle mie mani ha preso forma deriva primariamente dal bisogno che personalmente avevo di riequilibrarmi e trovare il cammino per la mia felicità. Così ho pensato, “perchè non poter condividere con tutti questa meravigliosa esperienza?”, e così è nato LogoSolar.

Conduco una vita piena, movimentata e apparentemente molto stressante ma…che fare, sono felice di tutto questo e la gioia di ciò che faccio supera di gran lunga la fatica!

Il percorso che mi ha portato ad oggi…

Ho iniziato ad occuparmi di salute quando, per una serie di problematiche personali, ho iniziato ad utilizzare le piante e a ricercare un cammino alimentare che fosse più consono alla mia natura. Così, quasi per gioco, ho iniziato a raccogliere le piante officinali presenti nel territorio delle venete colline prealpine dove sono nato e cresciuto.

Avevo 16 anni, e ricordo ancora quando mio padre mi aiutava a riconoscere le varie piante (era il 1994, a quei tempi non c’era la possibilità di reperire informazioni in internet e le librerie del mio paese erano piuttosto sfornite di testi utili a riguardo): dopo la raccolta e l’essicatura, mi dilettavo nel miscelare le erbe per creare composti da preparare in tisana. Praticavo arti marziali cinesi da qualche anno – il Kung Fu – e mi affascinava il mondo del pensiero orientale al punto da portarmi i testi del Buddismo e del Taoismo a scuola: li leggevo di nascosto durante le lezioni noiose del liceo. Sognavo di diventare un giorno un insegnante di arti marziali, magari esperto in filosofia e tecniche di riequilibrio orientali, quali l’agopuntura, il massaggio plantare e la fitoterapia cinese. Iniziavo ad interessarmi di alimentazione naturale e avevo letteralmente svuotato lo scaffale di libri che trattavano questo argomento nella biblioteca civica del mio paese.

La svolta decisiva in questa direzione avvenne quando ebbi la fortuna di conoscere un famoso naturopata che operava in un paese prossimo al mio. Nacque un’amicizia importante e, durante quegli anni, potei apprendere da lui tantissime nozioni, informazioni e spunti di riflessione che hanno poi concorso alla formazione della mia esperienza professionale. Stavo bene, mi ero curato e si era aperto davanti a me un orizzonte meraviglioso: “da grande farò il naturopata”, mi dicevo.

Fu così che, una volta terminato il liceo, per una serie di eventi finii per approdare a Bologna. Ero già iscritto al primo anno di una scuola triennale di naturopatia e mai avrei pensato a ciò che sarebbe successo di li a poco. Spinto dalle insistenti pressioni dei miei parenti, tentai il test di ingresso alla facoltà di Medicina, ingenuamente convinto che il mio destino non era certo fare il medico “tradizionale”. Rimasi incredulo quando vidi che avevo superato il test ed ero iscritto alla facoltà di Medicina. Così iniziai, tra i testi taoisti, le lezioni di filosofia, il canone buddista, gli allenamenti di Kung Fu e le lezioni di naturopatia a dare i primi esami. In poco tempo lo studio della medicina mi appassionò così profondamente che fui tentato più di una volta a percorrere la carriera tradizionale pensando di voler diventare anche un chirurgo! Nonostante tutto, ho mantenuto i miei obiettivi ben saldi e, nel 2005,  mi sono laureato con una tesi sperimentale sull’Agopuntura, altra materia che in seguito avrei approfondito e che mi entusiasmava fortemente. Successivamente studiai Omeopatia, Omotossicologia, Oligoterapia e altre tecniche naturali, e il mio obiettivo professionale si evidenziava sempre più chiaramente: poter curare la persona, non solamente la malattia.

Avvenne sempre a Bologna l’incontro più magico ed entusiasmante della mia vita che mi portò a mutare profondamente e radicalmente: nel 2001, all’età di 23 anni, incontrai un alchimista. Non un alchimista con cappello e scarpe a punta ma un alchimista semplice e “moderno”, un uomo votato alla cura della vera natura umana e non solamente interessato a guarire le malattie. Così iniziò il mio percorso di studio dell’Alchimia – il quale ancor oggi continua – che mi ha portato a fondare prima di tutto la Scuola di NeoAlchimia e successivamente l’Accademia di Scienze Umanistiche e Filosofiche Applicate. Poter condividere con gli altri ciò che a me è stato insegnato e ciò che ho compreso nel corso di questo lungo e articolato percorso di ricerca è un vero piacere per me.

Al di là di ciò che i nostri sensi percepiscono, esiste un universo immenso composto da energie sottili che permeano tutti i CORPI materiali. Questo mondo sottile è una realtà che appartiene a ciascuna forma vivente ed è sperimentabile quotidianamente nel nostro vissuto emotivo, psichico e sentimentale. LogoSolar promuove una nuova visione del benessere, basata sull’equilibrio fisico, emozionale e spirituale.